Le diverse categorie

Patente di guida di categoria AM  (sostituisce il vecchio "patentino")

 

Età minima:14anni
Abilita a condurre:

  1. Ciclomotori a 2 o 3 ruote ovvero categorie internazionali L1e e L2e (a motore termico massimo 50 cm3, se elettrico max 4 kW di potenza).

  2. Quadricicli leggeri (ovvero quadricicli con massa a vuoto inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, categoria internazionale L6e).

Attenzione! La possibilità di conseguire la patente AM a 14 anni è valida solo in Italia. Negli altri Paesi UE l'età per il conseguimento della patente di guida di categoria AM è 16 anni. Un italiano munito di patente di guida AM non può guidare all'estero fino al compimento del sedicesimo anno di età. 
Si possono portare passeggeri solo al compimento del diciottesimo anno di età.

La patente AM, diversamente dal vecchio CIGC o patentino, è una vera e propria patente di guida e quindi vengono applicate tutte le norme inerenti alle altre categorie di patente ovvero, per esempio, la decurtazione dei punti, la sospensione, la revoca della patente ecc...
Ai titolari minorenni però, in luogo delle sanzioni accessorie, si applica sempre la revisione della patente.

La patente di guida AM è sempre inclusa in ogni altra categoria di patente di guida.

Patente di guida di categoria A1

Età minima: 16 anni

Abilita a condurre: 

Motocicli leggeri (L3e, L4e) ovvero di cilindrata ≤ 125 cm3 , con potenza massima11 kW e rapporto potenza/peso ≤ 0,1 kW/kg (tutti i 3 limiti precedenti devono essere rispettati!);

  1. Tricicli (L5e) di potenza non superiore a 15 kW;

  2. Macchine agricole che non superano i limiti di massa e di sagoma dei motoveicoli e non superano i 40 km/h di velocità.

 

 

Patente di guida di categoria A2

Età minima: 18 anni
Abilita a condurre:

Motocicli (L3e, L4e) di potenza non oltre 35 kW e rapporto potenza/peso ≤ 0,2 kW/kg. Può trattarsi anche di un veicolo depotenziato ma in origine il motociclo non può avere una potenza superiore a 70 kW.

La patente di guida di categoria A2 comprende anche la categoria A1 e AM.

 

 

Patente di guida di categoria A

Età minima: 24 anni per accesso diretto (ovvero se non titolare precedentemente di patente di guida di categoria A2) oppure già a 20 anni se in possesso di categoria A2 da almeno 2 anni.

Abilita a condurre:

  1. Motocicli (L3e, L4e) senza limiti di cilindrata o potenza;

  2. Tricicli anche oltre 15 kW ma solo al compimento dei 21 anni.

 

Patente di guida di categoria B1

Età minima: 16 anni.
Abilita a condurre:quadricicli non leggeri (L7e) ovvero per esempio i Quad.

Si possono portare passeggeri solo a 18 anni.

Guida accompagnata

La guida accompagnata è un documento che consente a chi ha 17 anni di condurre autoveicoli per esercitarsi nella guidain vista del conseguimento della patente B. Viene rilasciato a chi ha una patente di guida (cioè, secondo la normativa vigente, la A1) ed ha frequentato un apposito corso di guida.

Per la guida accompagnata i vincoli sono:

Età:
• 17 anni titolare di patente A1 dopo corso di formazione di 10 ore

Validità:
• L’autorizzazione alla guida che viene rilasciata ha validità fino alla scadenza della patente o fino al compimento dei 18 anni, a seguito dei quali si può fare la richiesta del foglio rosa per il conseguimento della patente di guida categoria B.

Cosa abilita a guidare:

• Il veicolo utilizzato deve essere di massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t, senza rimorchio e, come per i neopatentati, con potenza specifica riferita alla tara non superiore a 55 kW per tonnellata di tara e potenza massima pari a 70 kW.

Accompagnatori massimo n.3 :

• età non superiore a 60 anni
• patente non inferiore alla categoria B in corso di validità e non sospesa negli ultimi 5 anni
• nel caso di patente italiana: conseguita da almeno 10 anni
• nel caso di patente rilasciata da uno Stato dell’Unione europea o appartenente al SEE (Spazio economico europeo): riconosciuta da non meno di 5 anni

Patente di guida di categoria B

Età minima: 18 anni.
Abilita a condurre:

  1. autoveicoli (M1, N1) di massa massima fino a 3,5 t con massimo 8 posti escluso il conducente, eventualmente anche trainanti un rimorchio leggero (massimo 750 kg);

  2. autoveicoli anche trainanti un rimorchio non leggero purchè il complesso motrice+rimorchio non superi le 3,5 t (se presente il codice 96 sul retro della patente nella colonna 12, il complesso veicolare può arrivare fino a 4250 kg);

  3. veicoli della categoria A1 (solo in Italia) e della categoria B1;

  4. tricicli oltre 15 kW (solo in Italia) ma solo al compimento del ventunesimo anno di età;

  5. tutte le macchine agricole e le macchine operatrici (non eccezionali).

Patente di guida di categoria C1

Età minima:

18 anni (bisogna avere già conseguito la patente di guida di categoria B).
Abilita a condurre:

  1. autocarri fino a 7,5 t anche trainanti un rimorchio leggero.

  2. Macchine operatrici eccezionali

Patente di guida di categoria C

Età minima:

21 anni (bisogna avere già conseguito la patente di guida di categoria B).
Abilita a condurre:

  1. autocarri oltre 3,5 t anche trainanti un rimorchio leggero

Patente di guida di categoria D1

Età minima:

21 anni (bisogna avere già conseguito la patente di guida di categoria B).
Abilita a condurre:

  1. autobus fino a 16 posti oltre il conducente e lunghezza massima 8 metri anche trainanti un rimorchio leggero.

Patente di guida di categoria D

Età minima:

24 anni (bisogna avere già conseguito la patente di guida di categoria B).
Abilita a condurre:

  1. Tutti gli autobus.

Con la sola patente D non si possono però guidare:

  1. autobus di linea o di noleggio con conducente (a meno che non viaggino scarichi e per motivi di manutenzione);

  2. scuolabus.

Infatti in questi casi bisogna essere muniti anche di CQC (Carta di Qualificazione del Conducente).

Informazioni sull'ottenimento dell CQC, scarica in "pdf"

Alle categorie di patente di guida sopra esposte si può aggiungere la patente di guida di categoria "E" e quindi si ottngono le categorie:

  1. BE: motrice di categoria B e rimorchio non leggero quando la massa massima ammissibile supera i 4250 kg. Il rimorchio in ogni caso non può superare le 3,5 t e quindi il complesso veicolare può raggiungere al massimo le 7 t.;

  2. C1E: motrice di categoria B e rimorchio di massa massima ammissibile oltre le 3,5 t purchè il complesso veicolare non superi 12 t; motrice di categoria C1 e rimorchio non leggero purchè il complesso veicolare non superi 12 t;

  3. CE: veicolo di categoria C trainante un rimorchio (o semirimorchio) non leggero;

  4. D1E: motrice di categoria D1 con rimorchio oltre 750 kg;

  5. DE: motrice di categoria D con rimorchio oltre 750 kg.

Il certificato di abilitazione professionale (CAP)

Il CAP associato alla patente di guida indicata è necessario per guidare:

  1. tipo KA: motocarrozzette di massa complessiva fino a 1,3 t adibite a servizio pubblico di piazza o a noleggio con conducente (associato alla patente A);

  2. tipo KB: taxi, autovetture e motoveicoli (oltre 1,3 t) da noleggio con conducente. Autovetture con rimorchio adibite a NCC per cui necessita la patente BE.